Sostenibilità e innovazione per le aziende del futuro

Pubblicato il 20 Luglio 2021

L’Agenda 2030 promuove lo Sviluppo Sostenibile e la certificazione Benefit Corporation, due concrete opportunità di crescita per le aziende più attente all’ambiente e alle persone

SDGs e B Corp: il cambiamento è necessario

Il 2030 è la data scelta dai governi di 139 Paesi membri dell’ONU per raggiungere i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs): dal contrasto al cambiamento climatico alla lotta della povertà, dalla realizzazione di infrastrutture e industrie inclusive ed efficienti, alla trasformazione digitale.
La sempre maggiore attenzione dei governi mondiali ed europei al tema della sostenibilità ambientale si collega alla necessità di cambiamento che è imposta dalla crisi climatica e che coinvolge tutti: persone, stati e aziende.

Se le persone possono contribuire per migliorare la situazione globale, con azioni singole e stili di vita ecocompatibili, e gli stati possono agire con norme e incentivi ad hoc, anche le aziende possono fare la loro parte seguendo gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile e le certificazioni specifiche.
Ma per rendere sostenibile la propria azienda non bastano solo le buone intenzioni, bisogna seguire delle regole precise e stringenti, assolvendo gli impegni presi che vengono dichiarati anche nella redazione di bilancio di fine anno dove sono esposti tutti gli elementi di Benefit Corporation, e cioè gli impegni presi dall’azienda per soddisfare i requisiti della certificazione.

Come misurare la sostenibilità della tua azienda?

«Tutte le aziende hanno l’interesse per rendere le proprie attività sostenibili e molte già praticano delle azioni in questo senso», dice il Prof. Antonio Scipioni, docente di Gestione ambientale strategica e Sistemi di gestione per la qualità presso l’Università di Padova. E aggiunge: «Il problema però è spesso rappresentato dalla difficoltà nella definizione dei traguardi e di conseguenza nel misurare e rendere visibili, in modo trasparente gli obiettivi raggiunti. Il mercato al quale si rivolgono oggi le imprese è sempre più orientato verso la scelta di prodotti e servizi realizzati da aziende sostenibili e impegnate nella lotta al cambiamento climatico, nel miglioramento delle condizioni dei lavoratori e della società nel suo complesso».

Su questo argomento Michele Romano, Discovery Quality Director di Sanmarco Informatica, afferma che «La collaborazione ventennale con il Prof. Antonio Scipioni, che è anche il fondatore di SPINLIFE e ideatore del Master in Gestione Ambientale presso CESQA, ci permette di essere in contatto con l’ambito Universitario per i contenuti consulenziali che sono necessari alle aziende».
«Oltre alla consulenza – prosegue Michele Romano – sono però importanti anche i dati e la loro trasparenza. Tanto più le informazioni sono diffuse, precise e trasparenti (caratterizzate da comunicazioni mirate alla clientela, verso i dipendenti e gli stakeholder) tanto più la crescita della reputazione aziendale aumenta, perché è direttamente collegata a un insieme di fattori, basati sulla percezione positiva dei consumatori, sulla credibilità dei dati comunicati e sulla loro misurabilità anche da parte degli stakeholder.
Nello specifico, con la suite Discovery Quality e gli Analytics disponibili, tutto questo diventa possibile e gestibile concretamente, nelle attività quotidiane e anche durante le fasi di verifica della certificazione aziendale».

Giampietro Povolo, Operations & Finance Manager di Cielo e Terra S.p.A., racconta invece la sua esperienza pratica: «Nel mese di marzo del 2020 abbiamo ottenuto la certificazione B Corp. È un risultato raggiungibile dalle imprese che attivano un circolo virtuoso di azioni concrete e misurabili, che possono essere organizzate in modo oggettivo e che diventano concrete possibilità di crescita per le aziende riconosciute come realtà benefiche. Agendo per il sociale e rendendo il proprio business sostenibile ed ecocompatibile, le imprese aumentano anche i profitti.

Il modello B Corp, nato negli USA nel 2006, si è sviluppato rapidamente in 71 Paesi nel mondo, arrivando a comprendere oltre 3.000 aziende di 150 diversi settori (delle 3.000 nel mondo in Italia sono circa 100) .
Il percorso di Cielo e Terra S.p.A. verso l’ambito riconoscimento è iniziato in realtà già nel 2016 – continua Giampietro Povolo – come naturale proseguimento di un ampio progetto, che ha impegnato l’azienda in azioni di recupero di efficienza e sostenibilità a tutto tondo, seguendo un business model che ha sempre messo al centro le persone, il territorio e, certo, anche il profitto.
L’azienda, prima organizzazione italiana nel settore vitivinicolo a introdurre il metodo Kaizen e la Lean production, aveva già ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001, quella sulla gestione ambientale ISO 14000 e sulla sicurezza dei lavoratori ISO 45000.

La prima valutazione (BIA Assessment) è stata fatta nel 2017, ma solo alla fine del 2018 l’azienda ha deciso di procedere fino all’ottenimento della certificazione a inizio 2020, con ben 87,3 punti: sono stati 18 mesi molto intensi per il team che ha lavorato al progetto ma che testimoniano, positivamente, la selettività e il rigore con cui vengono compiute le valutazioni».

Promuovi la sostenibilità della tua azienda con Discovery Quality

Discovery Quality è la suite che gestisce la governance, il sistema della qualità e tutti i processi aziendali, ed è l’ideale per rispondere agilmente alle normative internazionali, che invitano a raggiungere gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile SDGs (Sustainable Development Goals), garantendo la corretta gestione per certificare i dati e monitorare i risultati, e per le comunicazioni istituzionali e i report verso gli stakeholder.
Progettata dal Centro Sviluppo Software di Sanmarco Informatica, la soluzione Discovery Quality permette alle aziende di crescere verso un modello economico circolare, supportando tutti i processi per una produzione di qualità e la gestione organizzata verso l’uso di energie rinnovabili, il riciclo dei materiali e le verifiche ispettive, contribuendo a creare valore per l’azienda, i suoi prodotti e i suoi servizi.

Essere sostenibili è infatti un vero e proprio investimento, che ben presto viene ripagato concretamente, sia da un punto di vista di immagine aziendale e di salute globale, sia attraverso un rating più positivo – dettato dal mercato – delle aziende che agiscono per questi nobili scopi.
La collaborazione con il Prof. Antonio Scipioni, così come l’esperienza di Sanmarco informatica con un cliente importante del settore vinicolo come Cielo e Terra S.p.A., fanno di Discovery Quality lo strumento perfetto per tutte le aziende che vogliono accreditarsi e certificarsi come B Corp e che scelgono di contribuire attivamente a raggiungere gli obiettivi definiti nel piano SDGs.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

  • Trattamento dati personali
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.