Discovery XChange – SMIXCUPL2018-12-20T10:05:04+00:00

Fatturazione Elettronica Attiva, Trasmissione Dati Fattura, Conservazione Digitale

Discovery XChange è il servizio che consente di rispondere all’obbligo normativo relativo alla fatturazione elettronica.

Fatturazione elettronica

Discovery XChange è inoltre il servizio di Sanmarco Informatica SpA che consente di rispondere all’obbligo normativo relativo alla fatturazione elettronica, come strumento obbligatorio da utilizzare anche nei confronti dei privati, che è stato introdotto con la legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205) e, in particolare con l’art. 1, comma 909. L’obbligo di fatturazione elettronica in modo esteso, ovvero anche nei rapporti tra i privati (C-to-C) residenti o stabiliti o identificati nel territorio dello Stato, si applica con riferimento alle fatture emesse a partire dal 1° gennaio 2019 (in alcuni settori tale data è però anticipata al 1° luglio 2018).

Il servizio Discovery XChange è conforme a quanto stabilito dalla legge numero 244 del 24 dicembre 2007, disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2008) (Gazzetta Ufficiale numero 300 del 28 dicembre 2007) come modificata dal Decreto Legislativo 201 del 2011; norma istitutiva dell’obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione (articolo 1, commi 209-214).

Fatturazione Elettronica Attiva, Trasmissione Dati Fattura, Conservazione digitale

Come confermato dalla dottrina prevalente, è consigliabile procedere alla conservazione digitale dei file trasmessi e degli esiti di invio del Sistema Ricevente dell’Agenzia delle Entrate.

E’ invece obbligatorio provvedere nei termini di legge alla conservazione digitale delle fatture elettroniche emesse e ricevute.

Con Discovery XChange, servizio pienamente integrato a Galileo e al modulo “Fiscality” che permette l’estrazione dei file secondo i dettami normativi (fatture XML e dati fatture), è possibile, quindi, procedere alla sottoscrizione digitale dei file, con certificato di firma intestato al contribuente e alla trasmissione dei medesimi al Sistema di Interscambio (detto anche Sistema Ricevente) dell’Agenzia delle Entrate, direttamente dall’interfaccia di Galileo, senza la necessità di dover scaricare il file e trasmetterlo personalmente o consegnarlo a soggetti terzi cui affidare l’invio.

Discovery XChange è inoltre un servizio pienamente integrato a Galileo e al modulo “Fiscality” che comunica con il SDI Sistema di Interscambio tramite il servizio SDICoop. La ricezione è quindi disponibile per coloro che intendano ricevere i file utilizzando i servizi di cooperazione applicativa (web-services). Discovery XChange per usufruire di questo canale di trasmissione è stato accreditato presso il Sistema di Interscambio.

Discovery XChange, pertanto, non solo consente una riduzione dei costi di invio ma, effettuando un controllo formale dei file, ulteriore rispetto a quello già operato da Galileo, può portare, altresì, ad una effettiva riduzione degli errori. Essendo Discovery XChange integrato con Fiscality, permette un pieno controllo del processo di invio delle fatture elettroniche.

Inoltre, dall’interfaccia web di Discovery XChange è possibile monitorare gli stati di invio dei file, scaricare i file inviati, visualizzare il contenuto dei medesimi e degli esiti del Sistema Ricevente. Dalla medesima interfaccia è possibile anche visualizzare l’anteprima delle fatture ricevute e processarle.

E’ possibile verificare lo stato degli invii in real time, anche attraverso messaggi email, sistemi social come, Telegram e Slack.

Inoltre, è possibile procedere alla conservazione digitale dei file inviati e ricevuti, degli esiti nonché del Manuale della Conservazione, documento obbligatorio per chi svolge la conservazione digitale a norma, attraverso il servizio di un conservatore accreditato Agid.

Dati fattura – Spesometro

Fatturazione Elettronica Attiva, Trasmissione Dati Fattura, Conservazione digitaleDiscovery XChange è il servizio di Sanmarco Informatica SpA che consente di rispondere all’obbligo normativo, introdotto dall’art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122), come riformulato dall’art. 4 co. 1 del DL 22.10.2016 n. 193 (conv. L. 1.12.2016 n. 225), di trasmissione all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse e ricevute.

Secondo la normativa di riferimento, i dati delle fatture emesse e ricevute devono essere contenuti in file in formato xml, i quali devono rispettare le specifiche tecniche stabilite dall’Agenzia delle Entrate e devono essere firmati digitalmente dal contribuente oppure da un incaricato indicato dall’art.3 commi 2-bis e 3 del DPR 322/98, e cioè commercialisti, consulenti del lavoro, associazioni di categoria, etc.