Software settore del mobile e del legno2019-05-13T12:02:00+02:00

Software Gestionale ERP per settore del mobile e del legno.

Jgalileo è l’ERP pensato per le imprese che operano nel settore del mobile e del legno.

Jgalileo è la soluzione gestionale completa e flessibile, ideale per mobilifici, falegnamerie, e qualunque azienda produttiva che si occupi di lavorazione del legno o che offra prodotti personalizzati ai loro clienti in termini di variabilità di caratteristiche, tecniche e dimensioni.

Mercato

Le aziende di settori produttivi caratterizzati da una elevata configurabilità del prodotto in termini di colori, finiture, tagli a misura, accessoristica, richiedono di definire il prodotto in modo efficace ed efficiente: poche distinte basi e cicli, definite in modo semplice, che consentano un veloce inserimento di nuovi colori, di nuovi modelli, adeguamenti dimensionali in base a formule e così via.

La difficoltà per un’azienda di gestire distinte basi e cicli di lavorazione rapidamente, a causa dei continui cambiamenti del prodotto destinato al mercato, rappresenta un segnale importante per virare da una gestione della produzione “canonica” ad una gestione della produzione configurata.

JGalileo Produzione Configurata integra tutte le aree gestionali per rendere più agevole lo svolgimento delle specifiche esigenze di ogni azienda: amministrazione e controllo, commerciale, configurazione prodotto, acquisti, produzione, schedulazione, qualità, integrazione cad/cam, web, crm, business intelligence.

Si tratta di una soluzione applicativa integrata e completa. Un team di consulenti, con esperienza decennale, ha maturato una forte capacità di implementare progetti in piccole, medie e grandi aziende, con provata competenza nel governo di queste criticità gestionali.

JGalileo Produzione Configurata si focalizza su alcune tematiche principali:

a) configurazione di prodotto e relative implicazioni su distinte, listini, etc.

b) configurazione degli imballi

c) pianificazione e gestione della produzione configurata

d) tracking degli avanzamenti degli ordini clienti

Configurazione di Prodotto

L’articolo può essere un codice univoco oppure neutro. L’articolo è neutro se ha associate una o più caratteristiche fra cui: la scelta in un elenco di tabella (es. colore, finiture), un valore numerico (es. dimensioni) o un valore descrittivo (riferimento riga, caratteristiche speciali, …).

Ciascun articolo è associabile ad un numero illimitato di caratteristiche.

L’articolo può essere versionato, quindi avere la struttura di un codice finito (univoco o meno) partendo da un codice neutro. Tramite questa funzione è possibile quindi definire la generazione manuale e/o automatica dei codici gestiti a magazzino a partire da un codice neutro, più le caratteristiche che lo definiscono. La definizione della distinta e del ciclo è unica per i prodotti standard e i prodotti neutri.

Nella distinta base neutra è possibile definire:

  • vincoli/condizionamenti dei legami;
  • formule di calcolo dei coefficienti impiego;
  • formule di calcolo per la valorizzazione delle caratteristiche numeriche;
  • formule di calcolo per la valorizzazione dei tempi standard delle fasi di lavorazione;
  • regole di uguaglianza tra caratteristiche tabellari;
  • valorizzazioni fisse delle caratteristiche a livello di legame.

Nell’interrogazione distinta base o in fase di inserimento riga ordine di un codice articolo neutro, l’utente configura il prodotto condizionando in questo modo l’esplosione della distinta base e le fasi del ciclo di produzione. Si possono prevedere cicli di produzione alternativi se il prodotto è definito fuori misura, smontato o speciale.

In ogni caso, è possibile condizionare le fasi di lavorazione associate ad un articolo neutro secondo qualsiasi caratteristica dello stesso o per combinazioni di esse.

È possibile gestire kit statici e dinamici delle distinte di alcuni prodotti, con la possibilità di configurare l’insieme o i componenti a qualsiasi livello di distinta base.

Il configuratore evidenzia tutte le sue potenzialità nella gestione dei preventivi, delle offerte e degli ordini di vendita.

Preventivi

In fase di preventivazione è possibile sfruttare al meglio la configurazione di prodotto per gestire in modo molto flessibile “ipotesi” di distinte basi e fasi di lavorazione che contribuiscono ai costi del prodotto.

Nei preventivi, oltre a poter determinare tramite dialoghi di configurazione ad hoc esplosioni scalari di distinte basi potenziali, è possibile aggiungere “al volo” legami con articoli non codificati definendo valori provvisori che contribuiscono ai costi del prodotto.

La gestione dei preventivi non è legata in particolare ad alcun cliente, relazione che si instaura con le offerte.

Offerte

Anche nella gestione delle offerte di vendita è possibile attivare in fase di inserimento righe la configurazione del prodotto.

In questo caso l’offerta è legata ad un prospect/cliente e si possono quindi definire le politiche commerciali del documento che consentono una determinazione del prezzo/sconti legati alla singola riga in base alla configurazione dell’articolo (V. paragrafo 3. Listini Configurati). Per ogni singola riga documento di un articolo configurato si determina quindi un prezzo ed un costo, che non può essere imputato all’articolo in quanto tale (a meno che il codice non sia univoco) ma alla singola riga del documento.

Ordini

Per gli ordini di vendita si ribadisce pari pari quanto detto a proposito delle offerte, quindi un articolo neutro viene configurato su ordine cliente creando una distinta base a n livelli legata alla riga, con le relative fasi di lavoro e un insieme di caratteristiche di tipo tabella, numerico, descrittiva.

Si deve però a questo punto sottolineare un’altra funzione specifica della Produzione Configurata, ovvero la possibilità di entrare in manutenzione delle distinte basi configurate legate alle varie righe (modifiche singole, di massa), variando caratteristiche, legami di distinta base, aggiungendo/togliendo componenti, modificando fasi di lavorazione etc; in pratica, operando quei necessari aggiustamenti “forzati” che sono determinati da richieste particolari/speciali dei clienti e che l’operatore può gestire direttamente nel documento di vendita, se autorizzato a farlo.

Queste modifiche saranno logicamente trasferite alla produzione e nulla resterà negli archivi in termini di nuove regole di configurazione o modifiche nelle anagrafiche, in quanto variazioni speciali legate all’ordine di vendita e gestite, analizzate, valorizzate ad hoc per un determinato documento.

Listini configurati e gestione dei costi

La costruzione del prezzo di un prodotto configurato può essere elaborata:

  1. calcolando il prezzo dell’articolo in fase di inserimento della riga offerta/ordine come la somma dei prezzi dei componenti della sua distinta base configurata (si ribadisce che ogni riga ordine ha una sua distinta base se l’articolo è neutro). In questo caso si inseriscono a listino i prezzi dei componenti e non dell’articolo di vendita;
  2. calcolando il prezzo come la sommatoria di un prezzo base di listino (che può anche essere pari a zero) con delle maggiorazioni agganciate alle caratteristiche di configurazione.
  3. e b. si possono combinare. Quindi il prezzo finale di un articolo potrebbe essere la somma dei prezzi dei componenti a cui sono state aggiunte delle maggiorazioni di prezzo (a valore o in percentuale) in relazione alle loro varianti.

Per quanto riguarda i costi del prodotto, poiché gli articoli potrebbero avere distinte e lavorazioni diverse a parità di codice, JGalileo Produzione Configurata prevede tre tipi di elaborazione costi:

  • per articolo neutro
  • per articolo versionato
  • per riga ordine cliente

Nel primo caso si intende la possibilità di creare delle configurazioni pilota di costo che sono valide per n codici configurati (si pensi banalmente al fatto che per cento colori possibili le fasce di costo potrebbero essere solo cinque o sei).

Per quanto riguarda i costi per articolo versionato, significa poter elaborare un costo esplodendo distinte e cicli per tutti i codici articolo generati da un codice neutro considerando le sole caratteristiche che contribuiscono alla codifica.

Infine, si parla di costi della riga ordine, quando si utilizzano le funzioni di valorizzazione che considerano la distinta base e i cicli di lavorazione legati alla riga ordine.

In sintesi:

  • gestione caratteristica primaria per differenziare il prezzo del prodotto (marca);
  • gestione delta prezzo per aggiunta, variazione o cancellazione componente valorizzato in distinta base dell’ordine (prezzo calcolato);
  • gestione delta prezzo per maggiorazioni legate alle caratteristiche di configurazione dell’articolo di vendita;
  • gestione prezzo di vendita come somma dei componenti della distinta della riga ordine;
  • gestione sconti differenziati per prodotto, modello, varianti di configurazione;
  • interrogazione distinta base configurata per calcolo costo standard;
  • analisi dei costi per commessa/ordine/riga ordine di vendita distinguendo il costo dei materiali, il costo lavorazioni interne e lavorazioni esterne.

Integrazione con JTCE e con CAD grafici 3D

In relazione all’inserimento della riga offerta/ordine, JGalileo Produzione Configurata è integrato con JTCE quando la configurazione del prodotto è molto complessa. In questo caso le regole di configurazione risiedono su JTCE che trasferisce distinte e cicli di lavorazione sulle righe offerta/ordine di JGalileo. Questa soluzione è implementata con successo nel settore della serramentistica (per esempio porte, porte da garage, finestre, scuri, monoblocchi per serramenti, avvolgibili), nelle strutture per esterni (tende da sole, pergole), ma il concetto può essere allargato a quasi ogni azienda dove è presente JTCE. Questo perché la suite di JGalileo Produzione Configurata amplifica ed è complementare alla gestione della produzione “standard”.

Si possono sfruttare tutte le potenzialità della produzione configurata per gestire in modo parametrico le varianti di prodotto, i listini configurati, le liste di produzione, etc., a prescindere dallo strumento che ha calcolato e definito le distinte e i cicli di lavorazione.

Per il settore finestre/scuri, è stato integrato inoltre il software di disegno specifico di questo settore: DDX.

Tramite una comunicazione bi-direzionale con DDX dalla gestione delle righe ordine di vendita, le distinte basi sono completate dal software esterno in termini di impegno e misure del legno, dimensione vetri ed altre peculiarità, con il passaggio di un’immagine del serramento parametrica per ogni riga ordine. Le immagini sono immediatamente visibili scorrendo le varie righe ordine.

Per quanto riguarda invece l’integrazione con altri software grafici 3D, questi sono necessari in determinati settori produttivi (cucine, soggiorni, camere, …) in quanto alcune aziende non progettano solo il prodotto, ma un intero ambiente, ovvero devono poter delineare e visualizzare il contesto in cui inserire i loro prodotti.

Corollario a quanto detto è il fatto che queste aziende di fatto compongono e posizionano in un contesto più oggetti configurabili, con interconnessioni tra gli stessi che dipendono dal loro posizionamento nell’ambiente e quindi le informazioni tecnico-produttive possono arrivare solamente dal grafico (pensiamo solo per fare un esempio all’aggiunta di un ripiano appoggiato al fianco di una colonna su una composizione di un soggiorno, alle relative implicazioni in termini di foratura, etc.).

Per i potenziali clienti che fanno riferimento a questo caso, Galileo Produzione Configurata è la soluzione. Per questo motivo è stato collegato nella gestione dell’order entry ai maggiori grafici specifici del settore come Metron, Media design, Arredo.

Imballi configurati

Altra problematica che caratterizza spesso le aziende di questi settori produttivi è l’imballo del prodotto finito. Le etichette dei vari colli rappresentano istruzioni di lavoro che permettono di ottimizzare il numero di colli movimentati e tracciare l’avanzamento della produzione.

Si possono infatti calcolare e gestire gli imballi dinamici in funzione di alcune regole definite in anagrafica articolo e in altre funzioni che consentono di stabilire delle eccezioni in funzione del cliente, del listino, della modalità di spedizione, dell’assieme di distinta base, ecc.

L’operatore può gestire i colli nell’ordine cliente, spostare, accorpare, stampare le relative etichette attribuendo un numero matricola univoco ad ogni collo.

Tramite i programmi in radiofrequenza di JGalileo è possibile gestire le spunte per sapere se il collo è prodotto (con la possibilità anche di avanzare e movimentare in automatico gli ordini di produzione collegati), pronto per la spedizione o caricato nel camion.

Funzioni specifiche:

  • manutenzione colli da testata ordine;
  • spostamento e accorpamento colli;
  • definizione colli bloccabile;
  • gestione barcode con matricola collo progressiva o relativa all’ordine cliente;
  • stampa packing-list per ordine, per bolla, per spedizione;
  • stampa etichette colli per matricola, per ordine, per bolla e per spedizione;
  • gestione collo ferramenta;
  • gestione distinta colli per accorpamento articoli secondo sequenze di priorità;
  • definizione regole di ottimizzazione imballo per codice tipo imballo e per numero colli fisso;
  • possibilità di analizzare i colli esplodendo le distinte basi delle righe ordine;
  • gestione accorpamento righe ordine appartenenti a kit dinamici;
  • definizione colli in funzione del cliente, del listino, di varianti e classifiche articolo

Pianificazione e gestione produzione configurata

Con JGalileo Produzione Configurata è possibile, in aggiunta e in modo assolutamente complementare a tutte le funzionalità standard di creazione degli ordini di produzione (MRP, analisi disponibilità, …), lanciare in produzione un insieme di righe/testate ordini clienti selezionate rispetto vari criteri, quali ad esempio:

  • la spedizione;
  • i clienti/destinatari;
  • la zona di consegna;
  • le date di consegna;
  • le classifiche articolo;
  • aggiunte di ordini manuali.

È altresì possibile il lancio degli ordini clienti con distinte basi e ordini di articoli standard, ovvero articoli senza varianti. Questo si rivela particolarmente utile quando si desidera una gestione veloce e immediata degli ordini di produzione senza far ricorso alle analisi MRP (es. produzione su commessa).

Diventa cruciale per l’azienda definire quali sono gli articoli Make To Order e Make To Stock in quanto l’utilizzo della pianificazione ordini clienti permette la generazione immediata degli ordini di produzione per gli articoli MTO; questo può avvenire anche solo stampando la conferma d’ordine (con l’attivazione di un parametro di sistema).

Le stampe di produzione sono configurabili dall’utente per centro/macchina e per classifiche articolo.

Le liste e la reportistica sono quindi parametriche: per ogni centro di lavoro/macchina (opzionale) è possibile creare autonomamente le stampe degli articoli da produrre andando a selezionare le caratteristiche da riportare nel documento, il tutto potendo raggruppare i dati per articolo-caratteristiche o evidenziarli al massimo dettaglio (articolo-caratteristiche-riga ordine). Con la stessa logica si possono definire anche le liste di prelievo.

Con la stampa degli ordini di produzione per Commessa è possibile aggraffare in automatico tutte le fasi di lavorazione comuni in termini di centro di lavoro/macchina utensile creando i c.d. lotti aggraffati di JGalileo Produzione. I lotti aggraffati consentono una dichiarazione dei tempi di lavoro a consuntivo in modo rapido, in quanto l’inizio e il fine lavoro riguardano molte fasi di più ordini di produzione. Con la contabilizzazione dei tempi registrati, i dati sono poi ripartiti a dettaglio in base ai tempi standard/quantità prodotte (e in mancanza di tempi standard in base alle quantità).

La pianificazione della produzione può essere integrata con la schedulazione per gestire i carichi macchina e di reparto a capacità finita attraverso la gestione dei calendari di lavoro, la rilevazione delle presenze e gli avanzamenti di produzione.

La movimentazione dei materiali è gestibile per commessa/ordine di vendita: movimenti di versamento/prelievo, movimenti di prelievo raggruppati. In quest’ultimo caso l’operatore può dichiarare la consuntivazione dei prelievi di produzione per centro di lavoro-lotto, con conseguente attribuzione automatica proporzionale delle quantità consumate ad ogni singolo ordine di produzione. Anche l’avanzamento della produzione è gestito per commessa/ordine di vendita ed è tracciabile per posizioni all’interno dello stabilimento.

Funzioni peculiari:

  • Selezione testate/righe ordini clienti da lanciare in produzione;
  • creazione della commessa (lotto di produzione);
  • assegnazione commessa agli ordini clienti con eventuale spostamento impegno su magazzino di spedizione;
  • generazione ordini di produzione/ordini di prelievo secondo le distinte basi legate alle righe ordine di vendita;
  • blocco righe ordine di vendita se legate a ordini di produzione univoci;
  • rielaborazione e blocco dei colli;
  • creazione ordini c/lavoro per commessa;
  • creazione ordini acquisto per commessa;
  • lancio stampe di produzione e creazione automatica (opzionale) lotti aggraffati per commessa/centro di lavoro/macchina utensile;
  • lancio mrp con ordini clienti configurati;
  • proiezione fabbisogni storici parametrica;
  • interrogazione ordini clienti per commessa;
  • interrogazione fasi di lavoro per commessa;
  • interrogazione impegni materiali per commessa;
  • interrogazione articoli da produrre/prelevare per centro di lavoro – classifica – codice articolo neutro – caratteristiche di configurazione;
  • gestione versamenti/prelievi per centro di lavoro/macchina utensile;
  • gestione prelievi per commessa;
  • aggraffatura lotti di produzione parametrica (in base al centro di lavoro – macchina (opzionale) – classifica – codice neutro -caratteristiche);
  • gestione make or buy lotti produzione rapida e dinamica;
  • stampa commesse aperte;
  • stampa consuntivi commessa/ordini di vendita;
  • stampa ordini aperti per centro/macchina;
  • stampa articoli da produrre/prelievo per centro di lavoro – classifica – codice articolo neutro – caratteristiche di configurazione.

Gestione approvvigionamenti da ordine di vendita

Gli acquisti possono essere specifici per commessa, ordine di vendita (Purchase  To Order) o dipendere dall’analisi disponibilità dei materiali e quindi da scorte/lotti di riordino (Purchase To Stock).

Per gli acquisti su commessa (PTO) in JGalileo Produzione Configurata sono previste delle funzioni aggiuntive che permettono, per classifiche articolo, di intercettare rapidamente questi prodotti e generare in automatico le richieste d’acquisto con la possibilità di trasferire in modo parametrico alcune varianti di configurazione come commenti alla riga documento.

E’ possibile gestire gli articoli d’acquisto su commessa con codici neutri + caratteristiche (caso articoli speciali). Anche in questo caso  sono riportate in automatico nelle righe ordine d’acquisto le caratteristiche degli articoli come commenti alla riga (es. articolo acquistato verniciato con colore non a listino). Questo significa evitare di codificare articoli gestiti di fatto una tantum.

Funzionalità specifiche:

  • analisi proposte acquisto PTS con varianti di configurazione;
  • modifica e conferma proposte;
  • creazione richieste/ordini di acquisto con eventuale riferimento alla riga ordine cliente per il prodotto commercializzato o gestito a commessa, trasferendo le varianti di configurazione ai documenti d’acquisto;
  • possibilità di generare richieste d’acquisto per semilavorati di produzione configurati per commessa/ordine di vendita (con chiusura automatica degli ordini di produzione collegati per riferimento riga ordine).

Riguardo agli ordini di conto lavoro, l’interrogazione degli ordini di produzione configurati della commessa/ordine di vendita permette modifiche di massa per spostare le fasi di lavoro da interne ad esterne (o viceversa).

Avanzamento ordini di vendita

Per avanzamento degli ordini di vendita si intendono alcune funzionalità di JGalileo Produzione Configurata che consentono di stabilire in modo parametrico degli step di avanzamento dell’ordine.

Step legati certamente alla produzione, ma anche alla progettazione, al controllo amministrativo, alle stampe e alle relative archiviazioni e così via. In pratica punti importanti dello stato avanzamento dell’ordine che ogni azienda può stabilire in modo autonomo secondo le sue esigenze e le sue particolarità gestionali.

Sono previste alcune tipologie di rilevazioni di avanzamento:

  • per centro di lavoro/macchina (opzionale)/ ordini di produzione;
  • per singolo ordine di produzione;
  • per collo ordine cliente;
  • per riga ordine cliente;
  • per commessa.

Per ogni tipologia è possibile codificare una o più sequenze di avanzamento che saranno poi gestite in modo automatico (o anche dichiarate manualmente al manifestarsi di certi eventi non predeterminabili) e in seguito monitorate tramite interrogazioni stato avanzamento (per agente, per commessa, per ordine, …)

Per quanto riguarda l’avanzamento per collo, possono essere definite delle posizioni di spunta, che possono marcare il collo come prodotto, come pronto per la spedizione o come caricato. Il collo spuntato come prodotto può generare in automatico le movimentazioni di magazzino di versamento e prelievo per tutti gli ordini di produzione legati al collo e inserire uno step di avanzamento preciso per la/le righe ordine di vendita.

Funzioni:

  • gestione avanzamenti per centro di lavoro/macchina;
  • spunta/avanzamento con terminalini RF;
  • gestione spunte colli;
  • movimentazione di versamento/prelievo legata alle sequenze di avanzamento;
  • interrogazione avanzamento commessa/ordine di vendita.