Software gestionale ERP del settore automotive e del "bianco"

Software gestionale Automotive

Le funzionalità del software gestionale ERP JGalileo JIT Production consentono di soddisfare le esigenze di tutte le imprese che producono a ciclo continuo ed in modalità supply chain componenti per altre aziende

In questo settore c’è un altissimo focus sulla soddisfazione delle richieste dei clienti che seppur regolati da contratti annuali e con previsioni condivise dai clienti esse subiscono forti variabilità della domanda con continue variazioni della domanda sia in termini di date di consegna che di quantità oltre al fatto che si necessita automatizzare i processi di ricevimento ordini, previsioni di vendita e di gestione delle spedizioni. 

Le aziende del settore per essere competitive e accrescere la profittabilità richiedono hanno una forte spinta miglioramento continuo e tutta la supply chain e gli stabilimenti produttivi hanno un alto focus verso la riduzione dei costi mantenendo un alto livello di servizio e di qualità di prodotto che devono soddisfare requisiti standard elevati come IATF 16949:2016.

I vantaggi della soluzione:

Semplificazione, snellimento e velocizzazione di tutte le transazioni

Forte miglioramento del servizio ai clienti e dai fornitori

Sensibile abbattimento delle scorte di magazzino

Controllo e tracciabilità di processo

Aree di intervento

  • Ordini aperti clienti / fornitori / terzisti (differenziazione tra consegne esecutive, previsioni a medio e lungo termine);
  • EDI per la ricezione ordini e trasmissione bolle e fatture;
  • Materiali in conto deposito ed auto fatturazione;
  • Contenitori a rendere;
  • Lavorazioni presso terzi;
  • Conto lavorazione da clienti;
  • Ammortamento attrezzature.

Funzionalità specifiche del settore

  • Gestione contratti specifici cliente-fornitore/ articolo che permette:
    • il corretto interscambio dei dati (es.: il cliente trasmette stabilimento/disegno e l’azienda traduce in destinatario/articolo);
    • la gestione e abbinamento contenitori/articolo e per tutti quei dati richiesti dal cliente in bolla, fattura o trasmissione telematica;
  • Gestione ordini aperti clienti/fornitori/terzisti semplificato e pilotato secondo termini di consegna o ricevimento;
  • Gestione anagrafica contenitori;
  • Gestione movimenti contenitori vuoti non legati a movimenti merce;
  • Interrogazione e stampa situazione contenitori;
  • Gestione distinta base conto lavoro;Interrogazione e stampa situazione conto lavoro;
  • MRP II Jit in funzione della gestione dei progressivi (gestione anticipi/ritardi);
  • Evasione ordini clienti con:
    • Gestione accorpamenti;
    • Scelta automatica programma consegne in base all’evasione;
    • Integrazione movimenti contenitori e conto lavoro da clienti;
  • Ricevimento da fornitori e terzisti con:
    • Gestione accorpamenti;
    • Scelta automatica programma ricevimenti in base alla consegna;
    • Integrazione movimenti contenitori.

Archivi specifici del settore

  • Contratti specifici del settore a livello cliente/fornitore/articolo;
  • Anagrafico contenitori secondo norme UE Odette;
  • Saldi contenitori interna azienda a livello magazzino/contenitore
  • Situazione saldi contenitori verso terze parti
  • Movimenti entrata-uscita contenitori;
  • Situazione saldi materiali in conto lavoro a terzisti;
  • Movimenti carico e scarico materiali in conto lavoro a terzisti;
  • Situazione saldi materiali in conto lavoro da clienti;
  • Movimenti carico e scarico materiali in conto lavoro da clienti;
  • Situazione ammortamento attrezzature.
Ogni trasmissione va ad accavallarsi sulle trasmissioni precedenti modificando alcune consegne previsiva facendole diventare esecutive e via di seguito. Quando il ricevimento ordini avviene via cartacea, fax o Pdf il funzionamento rimane identico e chi si occupa di gestione degli ordini si deve comportare di conseguenza. Tutte le righe vengono poi saldate sempre con quantità ordinata = quantità consegnata e gli eventuali anticipi di consegna vanno ad incrementare il consegnato sulla riga previsiva che successivamente verrà trasformata in consegna esecutiva. Per poter operare al meglio il cliente invia elettronicamente anche giornalmente i nuovi ordini in sostituzione di quelli dell’invio precedente suddividendoli in tre categorie: Consegne esecutive sulle quali garantisce sempre il ritiro del prodotto finito (max 2 settimane in avanti) Consegne previsionali sulle quali garantisce solo il riconoscimento della materia prima (max 4 settimane oltre le esecutive) Previsioni mensili a lungo termine (2 mesi oltre la consegna)

A differenza di una normale gestione ad ordini chiusi dove la pianificazione considera il residuo tra l’ordinato ed il consegnato, in questo settore si devono considerare anche gli anticipi di consegna che necessariamente a parità di data devono andare a sottrarre le quantità pianificate.

Oggi vi sono diversi standard EDI in uso, tra cui ODETTE, ANSI, EDIFACT, TRADACOMS e ebXML; per ogni standard ci sono molte versioni differenti: per esempio, ANSI 5010 o la versione EDIFACT D12 ed altre ancora. Quando due imprese decidono di scambiare documenti EDI, devono concordare gli standard EDI specifici e la relativa versione.

La gestione del materiale ricevuto in conto lavorazione dal cliente viene caricato su uno specifico magazzino che identifica la merce non di proprietà e aggiorna il file saldi C/L a livello cliente/articolo inserendo altresì in un file transazioni una copia della riga bolla di entrata. 

La produzione interna si occupa soltanto di prelevare la merce dal magazzino, senza interferire con i file saldi e transazioni entrate. All’atto della vendita al cliente, che sarà identificata da una causale denominata “vendita da conto lavoro”, il sistema dovrà scaricare la bolla di entrata ed i saldi. Verrà inoltre creato il movimento di uscita transazioni C/L sulla base dei coefficienti d’impiego indicati in distinta base C/L, per fare in modo che lo scarico avvenga esattamente sulla base dei dati forniti dal cliente.

In questo settore i contenitori entrano ed escono da clienti, fornitori e terzisti sulla base delle necessità e delle disponibilità reali a magazzino. In questo ambito clienti e fornitori perdono il significato di ciclo attivo o passivo ma diventano semplicemente delle terze parti con le quali si può essere a credito o debito di contenitori (semplice calcolo algebrico entrate/uscite).

Ciò non è sufficiente per conoscere la disponibilità reale a magazzino e per questo motivo viene gestito anche il file dei saldi fisici interni dei contenitori vuoti disponibili per ogni magazzino. Oltre allo specifico programma di gestione dei vuoti, tutti i programmi di gestione delle movimentazioni in entrata ed uscita dall’azienda integrano la movimentazione dei contenitori, che va fatta a livello di singola riga articolo (più contenitori per riga) e riepilogata per contenitore sui documenti in stampa.

Di seguito alcune tipologie di documenti di scambio tra aziende:

DELINSDelivery Forecast / DeliveryRicevimento programmi e varianti di consegna
KANBANKANBAN DeliverySistema just in time di reintegrazione delle scorte
AVIEXPDispatch AdviceTrasmissione bolle di consegna
INVOICInvoiceTrasmissione fatture
STOACTInventory ReportInventario scorte
ORDERRPurchase OrderOrdini di acquisto
ORDCHGOrder ChangeVarianti d’ordine
REPORDOrder ResponseConferme d’ordine

Per saperne di più

Contattaci per richiedere maggiori informazioni o per una demo gratuita dei nostri prodotti.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.